Scrivere fumetti: lo script e i software dello sceneggiatore

Write-a-Comic-Book-head
Standard

Quante idee brancolano nel buio della mente? Quante si fanno vedere mentre dormiamo e non riusciamo ad acchiappare perché non teniamo un blocco-note sul comodino? Tutti – dai, parlo a tutti – noi che immaginiamo di poter un giorno scrivere un libro. Tutta un tratto ci si accorge di avere la più grande idea del secolo in saccoccia e ci si immagina grandi scrittori (giusto quei secondi prima di rendersi conto che è un’altra delle tante minchiate).

Con un po’ di determinazione, un po’ di coraggio – per superare quel vuoto di talento che fingiamo di avere –  e un po’ di sfrontatezza – per affrontare progetti che potrebbero anche non finire mai o non vedere mai la luce -, prendiamo il nostro PC/Mac/quaderno e iniziamo a scrivere.

Il fumetto è un’arte fortissima, a metà strada tra la lettura pura e la visione cinematografica. Chi orchestra un fumetto deve sia sapere scrivere che disegnare per essere un fumettista a tuttotondo. Esempi di artisti completi ne abbiamo a bizzeffe nella cultura moderna del fumetto, basti pensare a Leo Ortolani, Gipi o Zerocalcare. Ma se credi di sapere scrivere bene ma non disegnare che puoi fare? Questo è il mio dilemma, pur pensando di saper scrivere (male), so al 100 per mille di non saper disegnare, accostare colori, ricalcare i confini, esplorare gli spazi e bilanciare i soggetti e gli oggetti.

Daredevil reborn-1

Andy Diggle – Daredevil Reborn #1 – Pagina 3 – 4 vignette

daredevil-reborn-01- image

E’ però forte la voglia di raccontare una storia (la mia storia) e usare il fumetto, perché è l’arte che più amo. Ci si chiede allora cosa possa fare quindi il caro parassita nascosto alle spalle del disegnatore (vero artista di tutta questa pantomima). Lo scrittore sceneggia e lo sceneggiatore scrive gli script. Quindi, partendo dal presupposto che una storia sia a grandi linee nella vostra mente, che abbiate già delineato un numero di personaggi principali, secondari e antagonisti (se necessari, non metto in bocca a nessuno nulla), allora siete pronti a scrivere uno script.

Lo script è la traccia per il disegnatore e serve allo sceneggiatore per organizzare la storia in pagine, divise poi in vignette detti “panel” che devono essere profilati il più puntuale possibile, sia nelle descrizioni dei personaggi, degli ambienti, del background che nei dialoghi. Lo sceneggiatore deve immaginarsi tutto, ogni vignetta, ogni pagina e tutto quanto sta intorno. Poi sapersi limitare! (non esagerare ma mantenere il proprio stile)

Nightwing #8

Kyle Higgins – Nightwing #8 – Pagina 8 – 2 vignette

NIghtwing-8-image

Ho scovato un sito a dir poco incredibile che raccoglie alcuni script di sceneggiatori di fama mondiale (The Comic Book Script Archive).

Gli strumenti del mestiere sono i classici Pages (suite Apple) e Word (Suite Office). Qui potrete trovare un template davvero interessante, costruito dall’ex Marvel editor Andy Schmidt e Paul Allor (Book Club manager).

Altri Software
Final-DraftFINAL DRAFT

Il grande scrittore della Marvel, Brian Michael Bendis (Premio Eisner, Daredevil, Powers, Alias, Avengers), ha ammesso sul suo Tumblr di essere un fan di questo programma soprattutto perché “incoraggia a continuare a scrivere”. Il software si auto-formatta mentre scrivi e tiene in memoria i personaggi e le varie impostazioni. L’unico problema, se non il più consistente per la maggior parte dei software, non è nato per scrivere script di fumetti, quindi ognuno deve creare il proprio template, in base ai propri gusti.Brian Michael Bendis

Scrivener 2 SCRIVENER 2
Scrivener è un programma di scrittura molto versatile che comprende un comic script template progettato dallo sceneggiatore Antony Johnston (Umbral, DeadSpace) che a questo indirizzo descrive le potenzialità del programma.

Robert Marland ha recentemente sviluppato un template scaricabile gratuitamente  a questo indirizzo ispirato allo stile di Fred Van Lente (Incredible Hercules, Marvel Zombies) che si auto-formatta ed è perfetto per Word.

Jim Zub: un altro sito fondamentale per gli aspiranti sceneggiatori con alcuni interessanti tutorial

ComiXwriter COMICXWRITER

Il software è in fase di sviluppo ed è stato lanciato da una campagna Kickstarter nel giugno 2013. I fondi raccolti servono per coprire i costi di sviluppo del primo software creato esclusivamente per scrivere script per fumetti e graphic novel. Ci aspetta un programmino molto interessante che aiuterà lo sceneggiatore a concentrarsi sulla storia e poco o nulla sulla formattazione. Il software godrà di una feature molto interessante che accosterà lo script all’artwork (i disegni) creando un ambiente che facilita la collaborazione e l’intesa tra sceneggiatore e disegnarore. Inoltre, sarà costituito da una serie di template diversi probabilmente ispirati agli script dei grandi autori del fumetto.

 

Graphic Novel is Dead, il ritorno di Davide Toffolo al fumetto

Davide Toffolo
Standard

Ormai è alle porte, Il 15 gennaio 2014, Davide Toffolo torna in fumetteria. Cantante di talento e chitarrista dei Tre allegri ragazzi morti, Toffolo ha iniziato la sua carriera nel fumetto nel 1996, ancor prima di diventare art-rock-star. In giro da lungo tempo quindi, un vero veterano del nostro fumetto.

L’intervista a Pasolini è una delle opere sue più famose, una “chiaramente” fittizia intervista del celebre dove l’autore che impersona l’intervistatore, si confronta con il pensiero pasoliniano, il personaggio Pierpaolo Pasolini e s’interroga sulla questione della morte, necessaria perché si riconoscesse la sua grandezza.

Altre opere celebri sono il Re Bianco sul gorilla albino dello zoo di Barcellona o Carnera la montagna che cammina sul pugile, lottatore e attore Primo Carnera, ma sopratutto deve essere ricordata la più recente, l’Inverno d’Italia, una storia dura da mandar giù come un macigno, diversamente da quanto scivoli rapida nella lettura. Due parole su quest’ultima graphic novel dove i personaggi principali sono due bambini sloveni, Drago e Giudita, internati in un campo di concentramento italiano al confine con la Slovenia e poi sopravvissuti alle angherie. Un vero capolavoro fortissimo nei suoi disegni e nel suo stile ‘strip a vignette’. Non c’è una trama pura se non quella reale verità ormai da libri di storia dei nostri campi di concentramento. Uno spazio dove Toffolo è stato davvero bravo a farci provare ogni emozione e soffrire il vuoto, il silenzio che noi lettori siamo obbligati a riempire con i nostri pensieri. A parte consigliarlo vivamente non posso aggiungere nient’altro.L'inverno d'Italia

Ma El Tofo, sempre lui :D, è tornato in forma smagliante con il suo prossimo fumetto, edito Rizzoli-Lizard, che uscirà il 15 gennaio 2014: Graphic Novel is Dead, “questa sua autobiografia illustrata e fotografica” dove “il fumetto e la musica si incontrano per la prima volta nell’opera più intima dell’autore di Pordenone”. Ci aspetta un connubio tra art-rock italiano e fumetto, dove l’autore si racconterà la sua storia e le sue canzoni. Riporterà in vita fantasmi del passato, affetti scomparsi e persone reali, accompagnato dal suo pappagallo Pepito “la spalla comica” e Andy Kauffman, il suo oracolo personale.

copertina Graphic Novel is Dead

Nel Comunicato stampa Rizzoli c’è questa bellissima citazione che non avrei mai voluto perdere e farvi perdere: “A quindici anni diventai punk. Era il 1980. Mi attiravano quegli strani individui vestiti come alieni. Volevo diventare come loro.
Ma è stato a Napoli, precisamente al Comicon del 2013, che ho portato a termine il mio piano. 
L’autore che diventa personaggio. Un salto mortale triplo. Io, uguale fra gli uguali. Assieme agli ultimi, come è sempre stata la mia vocazione. 
A prendere la vita, per farne letteratura e mostrarla al mondo. 
Io, autore e personaggio, fra i personaggi e le loro incarnazioni. 
Io uguale fra gli uguali.

Pepito

I Tre Allegri Ragazzi Morti che quest’anno festeggiano i 20 anni suonati di carriera #20Tarm sono anche in teatro con il loro musical “Cinque allegri ragazzi morti” ovviamente ispirato al fumetto seriale sempre firmato da Davide Toffolo. Non cercate biglietti che le serate a Milano sono già tutte Sold-out. Non vi nasconderò di non aver ancora letto quest’opera, ma sto facendo davvero un pensierino sull’Omnibus della Coconino Press, su Amazon a un prezzo decisamente allettante.

El Tofo si esprime perfettamente anche nel suo blog da cui ho raccolto qualche vignetta.

Preludio a quanto ci aspetta??

eltofoDedicato alle Pussy Riots:

pussyriot1pussyriot2

Ridicolo consigliare ascolti: la discografia dei Tre Allegri Ragazzi Morti
Ma se proprio devo: Tre Allegri Ragazzi Morti – Il Mondo Prima